sabato 9 agosto 2014

Fumo negli occhi


Caro Guardiano,
sono nascosto sotto un tavolo mentre ti scrivo, mi sento un carbonaro e vorrei poter affermare: questa è proprio una carbonara da leccarsi i baffi, farseli leccare da un'altra carbonara dopo il caffè non ha prezzo

Oggi dopo una giornata di lavoro avevo la testa in fumo e ho deciso di andare a cena fuori per rilassarmi un po', all'ingresso del ristorante sono stato accolto da una nuvola di drago e da una di fumo dalla quale è spuntato il Mago di Oz, mi hanno fatto accomodare vicino al camino fumante e una gentile cameriera soffiandomi le parole negli occhi mi ha chiesto di spegnere sigarette elettroniche, cellulari, ipad e macchine fotografiche, poi ha spento la luce e mi ha consegnato la carta dei dolci, la lista dei vini bianchi, quella dei rossi, quella dei vini naturali, la carta degli oli, quella delle birre, quella delle tisane e quella delle acque, pensavo di essere tornato in ufficio, una pila di documenti che ho usato per illuminare a lungo e più volte la lista delle vivande, ma non ho trovato l'arrosto, che vorrà dire?

Se ti può essere d'aiuto in sottofondo mi sembra di sentire un disco dei Platters, ci metterei la mano sul fuoco anche se non vorrei mi andasse in fumo



M 50&50




Caro Marco, dopo averti inviato questo mozzicone di foto  mi sono sentito prima in colpa e poi avvilito, perché tutto mi aspettavo, perfino che mi si potesse ingobbire la schiena, o che l'arsura mi costringesse a bere il terzo gin&tonic per evitare che miraggi piramidali mi offuscassero l'orizzonte desertificato; tutto ma non che l'ultimo dei miei vizi mi potesse impedire di vedere gli altri. Invece tu la vedi diversamente, da sotto un tavolo. Te lo confesso apertamente: non mi sembra condivisibile la tua maniera di godertelo.



Devi sapere che mi si è azzoppato lo zoccolo dell'obiettivo Nikon, ma vedo che tutto sommato l'immagine tiene nonostante il filtro si sia ormai sabbiato: è la sostanza che comincia a farsi rarefatta. Il cristallino sta perdendo elasticità. Perde acqua, gli manca umidità mi ha detto il medico, è comprensibile, anche se non me lo Merit secondo lui. E' solo per via dell'età. Che faccio? Cambio marca? Niente da fare. Il risultato non cambia. Cacchio! il Parroco ce lo aveva detto a suo tempo che la vista si perde per motivi destri o sinistri, dipende da come te la vuoi vivere. 

Ambidestro di tastiera arrivo oltre alla metà della vita e a metà delle diottrie rimaste; e qui mi si spegne di nuovo. Riaccendo, passa l'antivirus. Ecco, da lontano lo vedo meglio. Che vorrà dire? Ne ho accese sei, e tutte e sei a metà si spengono. Questa strategia deve essere stata studiata a lungo e sperimentata assai dalle multinazionali, diversamente non si spiegherebbe, non si spegnerebbe. Sarà la prostata?




L'avvertenza è corretta. Riaccendendola da metà è inevitabile che il fumo mi vada negli occhi, anche usando un accendino anti vento, fossi pure contro vento. Ho seguito le contro indicazioni, ma non è così facile farlo, perché dalla parte del filtro proprio non si vuole accendere.Allora ho cambiato pusher. Si può dire? Si, tanto è tutto legalizzato, basta pagare, ma anche cambiando la T nera in P blu mi sono ritrovato al medesimo punto di rottura, e allora ci deve essere qualche cosa di losco di sotto.



Ho chiamato anche a Monopoli per protestare, così c'è scritto tra le avvertenze, ma invece che in pugliese mi hanno risposto in calabrese. Il call center mi dicono che stia a Crotone (ci vuole un attimo di attesa ma poi arriva), e quella che mi ha risposto mi ha confessato di essere bionda e presbite, ma secondo me l'ha detto solo per confortarmi, lei, messa li per spandere fumo negli occhi. 

Stammi bene e ricordati che concentrandoci bene in qualche maniera l'autofocus ci darà ancora qualche soddisfazione.



gdf

5 commenti:

  1. Ho perso lo smalto e la bottiglia di gin.
    Adesso come faccio con le mani in queste condizioni, annegherò i dispiaceri nella tonica, devo avere proprio la testa tra le nuvole...di fumo, pensavo di essere un visionario perché invece di un coniglietto o di un gatto, nelle nuvole vedevo il profilo della baby sitter moldava che volevo assumere per accudire il pesce rosso, invece scopro che il Monopoli non è un gioco da tavolo, ne stavo facendo una ragion di stato poi è bastato spostare un accento, adesso posso andare a letto contento, era da un po' che non mi divertivo così, meglio di una rece fredda tenuta in caldo, ma è sempre una questione di punti di vista e la mia è un po' offuscata dal fumo...
    M 50&50

    RispondiElimina
  2. Cosa vi siete fumati? Qualunque cosa, troppa :-)
    Bep

    RispondiElimina
  3. L'ha fumata, è il caso di dirlo, tutta lui, io sono mezzo pazzo da sempre...
    M 50&50

    RispondiElimina
  4. Ce lo dicevano in fase adolescienziale: smettila che se no diventi cieco, ma la mamma alludeva alle sigarette. E papà diceva, fatti una bionda piuttosto. E allora che fare? Con cosa smettere e con cosa proseguire?
    Giorgio C

    RispondiElimina
  5. - Fuma?
    - No, ma quanto brucia.
    ID

    RispondiElimina