domenica 28 settembre 2014

Uno champagne paglierino solare

di Fabrizio Nobili

Se vai a cena in uno luogo che conosci bene, con una discreta vista panoramica su di una parete rocciosa che per la prima volta fu scalata da un giovane Riccardo Cassin nel lontano 1931, ci sono parecchie possibilità che il piatto principale sia un più che tipico riso e pesce persico.


Capita anche che lo chef abbia sprazzi di creatività in cucina e decida di preparare un menù degustazione che contempli sia portate classiche che qualcosa di inaspettato. Ciò che sorprende non è solamente la creatività moderata di qualcuno che per indole ed obiettivi deve produrre con precisione ogni cosa, ma l'inesauribile passione che questa volta l'ha portato a dare un titolo ai piatti e per giunta perfettamente attinente al loro contenuto: ad esempio “il sistema solare” è stato presentato su di un piatto blu come il firmamento, con un uovo in cereghino con tartufo nero al centro e tartine di foie gras e formaggio fresco a rappresentare i pianeti che gli vorticano intorno.

Per questo antipasto l'abbinamento scelto è stato il:

Blanc de blancs brut 2003 di Roederer



Uno champagne che è per la casa produttrice un gradino sotto il celeberrimo Cristal.
Esistono delle differenze fondamentali tra i due prodotti, e non solo perché il Cristal è uno degli status simbol per eccellenza dei magnati russi e dei rappers statunitensi e scorre a fiumi in un certo tipo di locali notturni.
Il suo colore giallo paglierino delicato con bollicine fini e persistenti a temperatura molto bassa rivela profumi più vegetali che floreali, ma in seguito si apre amabilmente con sentori di miele d'acacia e fiori bianchi. Vi si assommano note gessose e dolci derivanti dall'annata calda e dal dosaggio a limiti superiori del disciplinare che lo rendono in bocca molto gourmand, quasi ruffiano, ma senza oltrepassare questo limite.

Il corpo esile dello chardonnay ne permette comunque una beva fluida. La bella persistenza finale me lo fa senza dubbio preferire al fratello maggiore.


F.N.

8 commenti:

  1. Ma allora è il blasone che "impone" bolle pregiate a conti, marchesi, duchi...insomma Nobili
    M 50&50

    RispondiElimina
  2. Grande boccia x una annata definita "da manico"". La seconda da foto è un manifesto
    ID5

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande boccia anche per me ieri ma per sceglierla ho dovuto utilizzare "l'aiutino" dal faro.

      M 50&50

      Elimina
  3. Oggi ho la tastiera ke fa le bizze

    RispondiElimina
  4. Gdf, prima o poi dobbiamo organizzare un pranzo frizzante con Il Duca.

    F.

    RispondiElimina
  5. Ottimo champagne veramente, chef Moi :-)

    RispondiElimina