sabato 12 dicembre 2015

Bell Bottom




... cari cheffini e ristoratori ambiziosi,  state in campana, Kim lo aveva già capito negli anni '80; avere culo o farsi il culo, in questo duro mestiere che vi siete scelti non basta, Kim Wilde docet; lei, che oltre alla paglia di fieno di seirass pinerolese in testa aveva anche un fondo schiena naturale spettacolare, esibito con discrezione, e appoggi nel giro che conta.

Invece di perdere tempo con gente come me o altri cronisti di tagliatelle,  invece di perdere tempo nel chiedere ai vostri clienti di scrivere bene di voi su TripAdvisor, chiedete ai medesimi di scrivere bene di voi su ViaMichelin. E se vi capita qualche francese al tavolo, ancora meglio. Ah, e fate sempre e comunque attenzione a dove comprate il vino, così come negli anni '80.

gdf

p.s. dopo Kim c'è Patsy Kensit in menù degustazione, se piace

3 commenti:

  1. E se i gommati si fanno la convergenza sugli avvisatiri di viaggio?

    RispondiElimina
  2. questi satiri avvisatiri
    Georges

    RispondiElimina