giovedì 26 maggio 2011

Gradite un Po di Bordo’ ? ( prima parte )

- gdf 2011 -

“Ciao Sergio, ascolta, ti volevo invitare ad un pranzo dove stapperemo una bella serie di Premier Grand Cru di Bordeaux degli anni…” Mi interrompe .

“ No non posso, beati voi che non avete niente da fare e ve ne andate a bere di quella roba…”



“ Giuseppe buongiorno, ascolta, mercoledì sei libero ?

“ Si, cosa avete in mente? “

“ Mah, ci sarebbero da bere dei Latour , dei Lafite e altra roba così degli anni ’90… che dici ?”

“ Va bene” pausa “ Anzi no, la mia fidanzata mi fa segno che abbiamo già un impegno, grazie lo stesso”



“Giorgio, avremmo intenzione di stappare una decina di Grandi Cru di Bordeaux anni ’90, vuoi venire? Saresti ospite…”

“ Tu che bevi quella roba? “

“Ma dai , per una volta. C’è Lafite, Latour, Cheval Blanc, Haut Brion, Yquem.”

“No, grazie ho da fare, vatti a far venire un bel mal di testa, mi raccomando “



Proviamo con Valerie, la bio sommelier.

“ Senti , la scaletta sarebbe questa, mica male no?”

“Per carità, con tutta quella chimica di sintesi, e poi proprio tu? Il Pre- Parker”

"Ma Valerie!?! Foie gras e Yquem ! Una volta le ragazze si conquistavano così!"

"Una volta... aggiornati gardien!"



Mentre ero in treno pensavo di fare una piccola inchiesta sulla popolarità dei vini di Bordeaux tra i viaggiatori. Priorità femminile a quel punto.

“Signorina buongiorno, le andrebbe di venire a pranzo in uno dei migliori ristoranti della regione e assaggiare i migliori Bordeaux 1990, guardi, manca Chateau Margaux 1990, ma solo perché l’ultimo non ci è piaciuto e l’abbiamo scambiato con due Richebourg Leroy. Naturalmente sarebbe ospite”

“ Ma di cosa sta parlando, ma mi lasci in pace che se no chiamo il controllore! “

Ahimè! Purtroppo di Cristiana Lauro non se ne incontrano facilmente

Ultimo tentativo accondandomi a due Testimoni di Geova: “Scusi le andrebbe di accettare un invito a pranzo? Ci sarebbero dei grandi Bordeaux da bere…”

“Grazie, ma noi non si cambia religione!”

E allora eccoci , i soliti quattro gatti con dieci bottiglie.

Ormai prenotiamo così.

Un tavolo a nome Gatti .

Si, va bene, quanti siete?

Quattro.


12 commenti:

  1. E' uno sporco lavoro.. :-))
    B.

    RispondiElimina
  2. ...ma qualcuno lo deve pur fare.


    l'espressione di sorpresa era dovuta solo alle btg ancora tappate.

    Voglio vedere lo sguardo a fine degustazione.

    Se te le cerchi... :)

    RispondiElimina
  3. l'espressione sembra quella del Ma cosa ci sto a fare in mezzo a questa robaccia?? :-)))
    F:

    p.s. : sono previste note di degustazione o va bene così?

    RispondiElimina
  4. E' stato uno choc!
    Le note nella seconda parte , bisogna sedimentarle.

    RispondiElimina
  5. I quattro gatti hanno anche postato un commento...
    ALBA

    RispondiElimina
  6. PO-tevi provare con i protestanti pentecostali :)
    Beppe

    RispondiElimina
  7. Meno male che io pensavo che non ci fosse posto per l'unica quota rosa dei quattro gatti
    Luca

    RispondiElimina
  8. ... non mi piace ostentare la presenza delle belle signore che ci accompagnano in queste intense giornate ;-)

    RispondiElimina
  9. Cristiana Lauro27 maggio 2011 00:51

    Cacchio! Complimenti vivissimi!!!!!!!

    RispondiElimina
  10. Grazie, non è merito mio. Quanto all'orizzontale obliqua di Montrachet facci sapere se ti farebbe piacere partecipare, la data dovrebbe essere fissata attorno a metà giugno.

    RispondiElimina
  11. Cristiana Lauro28 maggio 2011 11:49

    Caro Guardiano, purtroppo ho letto di là che sarebbe il 14 e in quei giorni dovrò fermarmi a Roma per lavoro. C'è Vinoforum al Foro Italico e mi tocca stare!...Spero di poter contare su un prossimo invito. Complimenti a tutti voi e continuate così, mai abbassare l'asticella! Grazie!!!

    RispondiElimina
  12. Grazie a te per avermi avvisato con congruo anticipo, alla prossima.

    RispondiElimina