domenica 5 aprile 2015

La cucina d'autore di Antonio Ietto in 30 scatti didascalici


gdf

La terrazza dell'Hotel Miramonti

Domenico Defilippi preparara lo Spritz Maison

Notevole, basta guardare  gli ingredienti per capire

Il tenerissimo bue tonnato

Burrata, battuta di Fassona e caviale d'aringa

Acciuga del Cantabrico con Fassona

Un angolo del ristorante gastronomico Ezzelino

Il servizio di pane e grissini

La banalità qui è stata bandita anche dalla carta dei vini ...

Tè (nero) di anatra e le sue chips

Uovo morbido, yogurt, fragole e salicornia

Astice al vapore, panna di mandorle, sedano e bisque

Raviolini di marroni glassati e cervo in brodo di topinambour

Dalla Loira, dove esiste la massima concentrazione di produttori bio

Filoni croccanti, aglio dolce, canditi d'arancia e insalate amare

Abbinamento opportuno

Il filetto di maialino "bollito" all'anice stellato, puntarelle ...

Mango e cremoso d'acqua di mare

L'Amarone ...

... e il dessert di Giovanna Tesio che ne riproduce i caratteri principali

9 commenti:

  1. Zenato a parte,sarei curioso di conoscere l'opinione di GDF circa gli altri vini.Se possibile........

    RispondiElimina
  2. Se ti vuoi firmare ..................

    RispondiElimina
  3. Ciao Guardiano,sono Ernesto"Ernestino"Boggiani,Buona Pasqua.Se puoi delucidami anche sullo spritz.

    RispondiElimina
  4. Finisci pure l'agnello con calma,non ho fretta.........

    RispondiElimina
  5. Buona Pasqua a te,

    no, l'agnello, dai, povera bestia ...

    ... si lo spritz è fatto con il Metodo Classico di Contratto, Tonic Fever Tree, Barolo Chinato di Vajra e arance siciliane. Per il vino, stavolta meglio gli italiani.

    RispondiElimina
  6. In casa al momento ho:Barolo Chinato Marcarini,Acqua Brillante Recoaro e Franciacorta Saten Barone Pizzini 2009(meno dosato rispetto a molti Saten,grazie a Dio.....).Lo provo subito come dopo pranzo(anche se non e' la sua giusta collocazione) defaticante e poi ti dico.Buona continuazione.Ernesto Boggiani.

    RispondiElimina
  7. Gradevole!Le sensazioni bitter dominano il mosaico,dopo averlo assaggiato penso che forse la collocazione migliore sia a fine pasto.Grazie comunque per l'imbeccata......vado a farmene un altro!'Ernesto Boggiani.

    RispondiElimina
  8. Davvero notevole, sin dalla prima recensione,mano davvero felice ed interessante,spume e salse senza lecitine solo puro manico,noto una similitudine con la mia di cucina,le erbe aromatiche le tengo anche io nella caraffa di plastica da due litrozzi :)bellissimi scatti GdF

    A bientôt

    TMC

    RispondiElimina
  9. Lindo, belo, magnifico, extraordinário.
    Só falta o vinho do Porto como este Porto Barros Colheita 1935, que está na Garrafeira online WIVINI.

    RispondiElimina