sabato 23 giugno 2012

35° | Sincronìzzati



 - gdf 2012 -

Sincronìzzati: ma vai veloce, perché il fondo del caffè nella tazzina ti può predire il futuro già dalla mattina. Il messaggio non è criptato, in faccia ti è arrivato. Se la luce del faro gira più veloce, sincronìzzati. Perché il pinot bianco di Giorgio Grai ti può spostare a est la Borgogna. Perché Marchesi ti può anche far mangiare un Pollock, ma non un pollo. Perché un Campari shakerato non è più ubriacante di uno spritz fatto male. Perché Girofle vuol dire garofano anche in salentino, sincronìzzati. Perché è vero che la bottarga buona è di Cabras, ma si fa con il muggine. Perché se l'aceto è veramente di-vino,  ti fa digerire anche il peperone e il cipollotto crudo. Perché il vero veganismo non esclude il crudismo, ma purtroppo neanche il falso balsamico. Perché la frugalità sarà anche verità ma chi ce la fa? Perché mezza porzione non fa ingrassare, ma non può essere anche abbondante. Perché non è bello essere il più ricco del cimitero. Perché avevi capito male, non ti han dato del co@lione, non ti offendere, non chiamare The Police; con questo caldo a 35° ti hanno dato semplicemente del condiglione, e "ti" hanno fatto bene, se ti è arrivato integro il message in a bottle. Un ultima dritta: se sei al servizio tira forte, e possibilmente sulle righe
Click, prendi il ritmo e picchia duro.









... meglio con, ma anche senza bottarga di muggine Oro di Cabras, che me la mangio da sola a tranci.  Il condiglione: pomodoro cuore di bue, cetriolo, cipolla, cipollotto, aglio nuovo intero, olive taggiasche, sedano, peperone giallo e rosso, basilico... fleur de sel, olio d'oliva, aceto di vino e via così, tutto a crudo, tutto tagliato a piccoli cubetti- si dice concassè- e poi un'ora in frigo. Pane croccante strapazzato con una testa d'aglio, meglio se prima grigliato, oppure bagnato sulla mollica, dipende da come sei sincronizzato. Se non ci hai messo troppo peperone ci puoi bere sopra un grande bianco come questo, ma se ci hai messo parecchia bottarga allora il Girofle ha il suo perché.


( !!! )


- gdf  Girofle 2010 -

12 commenti:

  1. picchiava veramente duro il batterista dei Police :-)
    B.

    RispondiElimina
  2. E scatta la ricerca di qualche boccia come da foto.
    Giorgio Grai...Wanted,come si diceva!!
    Il condiglione da noi è sempre un bel mangiare;-))

    G.

    RispondiElimina
  3. I vini di Giorgio Grai.
    Buoni motivi per vivere.
    Grazie
    Francesco Bonfio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, storicamente lo sono stati e lo sono ancora oggi.
      Questo 2007, a 17 euro al tavolo di un buon ristorante piemontese è stato uno schiaffo. E ora di piantarla di buttare decine o centinaia di euro per certi bianchi di Borgogna sopravvalutati. Pensavo di lasciarli ai succhiaruote, che se bevi Caio comprano Caio, e se bevi Sempronio bevono Sempronio, se vai da Pacalet vanno da Pacalet, se vai da Leroy vanno da Leroy. Manco un idea propria hanno.
      Andrò da Leflaive e Roumier, io mi annoio a fare le stesse cose, fossero pure la Casta o la Bellucci.

      Elimina
  4. Per rimanere in tema di grandi bianchi "fatti" da persone serie ci sarebbe potuto stare anche un grande Villa Bucci con qualche anno sulle spalle....o no ???
    .
    Il Girofle, secondo me, è il più grande rosato pugliese, con un prezzo ridicolo. 100% negroamaro, sempre figlio dell'annata, senza scorciatoie migliorative. Tiene benissimo il passare dei mesi, il formato magnum l'ho bevuto anche dopo alcuni anni ed era magnifico.
    .
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Villa Bucci l'ho inserito in tutte le carte dei vini che mi è stato consentito di fare a mia discrezione. Un ottimo bianco, tra i top in Italia. Il Girofle per me è stato come Pino de Luca, una rivelazione. Grazie ancora Luciano, sto virando nuovamente verso altre direzioni, vado a pulire la lampadina del faro.

      Elimina
    2. Inoltre, sempre che non si tratti di omonimia, Giorgio Grai ha molto a che fare con l'altissimo livello qualitativo che il Villa Bucci raggiunge ogni anno.
      .
      Su Pino De Luca sfondi una porta aperta !
      .
      Ciao

      Elimina
  5. Giorgio Grai è un numero UNO, adesso però gli stessi andranno a cercare le bottiglie di Grai :-)
    M

    RispondiElimina
  6. ...sei in forma, hai preso il ritmo...2 aces in due giorni...
    breg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è il match ball che voglio continuare a sbagliare

      Elimina
  7. Pollock ha fatto piu' danni della rucola e qualcuno di meno di Emerson Lake & Palmer...

    RispondiElimina
  8. Bottarga.... l'alimento migliore che l'uomo abbia potuto elaborare
    uno spaghetto alla Merceddì, aglio, olio, peperoncino, prezzemolo e bottarga di Cabras.

    poi il vino lo sceglie "lui"....

    u gianchetto Milanao

    RispondiElimina