giovedì 9 giugno 2011

La Mano Rossa


- del Guardiano del Faro -



Un vino per dame e cavalieri, anarchici e sognatori, idealisti e anticonformisti. Fuori da ogni certificazione questo Rossese viaggia libero da condizionamenti pur osservando tutte le regole di una doc o di una certificazione biologica o biodinamica. Se sei in un certo modo è più bello dimostrarlo con i fatti piuttosto che mettendo in tavola delle certificazioni. In tavola ci metti i bicchieri, non le seghe mentali, non la legge scritta ma la mano rossa e il frutto del suo lavoro. E così ne ho di nuovo bevuto un litro, grazie ad Alberto Rosa che ha detto no ad illustri commentatori del mondo del vino, lasciandoli fuori dalla porta, sempre per i solito motivi, sottigliezze importanti per lui, difficilmente comprensibili ai più, ma ci vuole tempo per capire, anche anni. Io ci ho messo 5 anni per ottenere un invito ad assaggiare la sua produzione confidenziale dentro il suo nascondiglio, tra le vecchie pietre di Dolceacqua, luogo per dame e cavalieri, sognatori che vagano con la mente sino ai tempi degli alchimisti e di Mago Merlino. Ma nel suo vino non c’è nessun trucco, bio in vigna Arcagna, giusto qualche fascia sopra a quella di Testalonga e mise en bouteille senza solfiti aggiunti. Etichettatura ai confini della realtà, quella degli altri; 1500 bottiglie di vino buono, che sa di terra, la terra degli ulivi e dei rovi di more.


Un 2010 prematuro che sconta la gioventù dell'annata e una scelta di vinificazione che ne scarica ancor più il colore, un vino che non macchia il pavimento, se ne dovesse cadere qualche goccia, ma non succede. Un 2009 che è invece il fatto compiuto, beato chi ne ha in cantina qualche bottiglia di questo aspirante Pommard. Ma non è neppure corretto fare dei paragoni cosi lontani, scendiamo in verticale verso la 2008, bella e profumata come una principessa che abbia la tendenza a darsi come farebbe una graziosa cortigiana. Le annate precedenti le avevo bevute random, in giro per feste popolari occitane e mai nei ristoranti, luogo nel quale questo vino delicato e sensuale non ha accesso. Luci basse e Chet Baker per questa piccola verticale, questo è il filotto buono, filotto che potrebbe proseguire con un nuovo millesimo che vorrebbe segnare un ulteriore distacco dalla consuetudini di cantina, dall’acciaio e vetro al ritorno all’epoca della pietra, una scelta che potrebbe aprire una nuova strada, ed è incredibile che questa possa essere frutto di una scelta che guarda più indietro che avanti, ma le fantasie e le intuizioni di Mago Merlino non si pongono limiti di spazio e tempo, è il principio di indipendenza di pensiero, è quello che conta, il risultato sarà solo una conseguenza del lavoro della Mano Rossa, che ringrazio per avermi consentito di entrare nel suo mondo di sognatore - gdf -




... e grazie anche ad Aga, dama , compagna di viaggio e ispiratrice di una giornata speciale.

Azienda Agricola Alberto Rosa
- La Mano Rossa -

Vino, olio, erbe, miele.

Via Provinciale 49
Dolceacqua (IM)

Tel: 329 3552952 ( a volte risponde...)

Mail: untoccoditerra@tiscali.it


12 commenti:

  1. 1500 btl...
    età delle vigne?
    B.

    RispondiElimina
  2. Vorrei poterlo assaggiare.

    F.

    RispondiElimina
  3. Fatevi vedere, magari mettendovi sotto il braccio un paio di Barolini vecchio stile, Aga adora il Nebbiolo.

    RispondiElimina
  4. Andiam , andiam , andiamo a lavorar ,dopo i Montrachet
    Sancio

    RispondiElimina
  5. Giacosa ER 1998 basterà?

    RispondiElimina
  6. gdf talent scout,ma quale Massobrio ??? :-))
    Beppe

    RispondiElimina
  7. Estate di Chet Baker è meravigliosa GdF, grande scelta, pero' se metti il link invece del video passa piu' inosseervata ed è un peccato...

    RispondiElimina
  8. E' vero Luciano, ma nelle ultime settimane non so perché ma non riesco a estrarre i codici da youtube, non so se dipenda da questo vecchio p.c. obsoleto di programmi e di installazioni che sto usando in attesa che mi riparino quello che usavo prima, ma è così. Avevo pensato che fossa stata tolta l'opzione. Cmq se tu riesci a modificare l'inserimento a me fa piacere, anche di un pezzo dal vivo se lo trovi, te ne sarei grato ;-)

    RispondiElimina