martedì 9 luglio 2013

Controluce

gdf

Sembra complicato, ma tutto sommato ce la si può cavare anche controluce e pure senza flash di contrasto; basta mettersi un paio di occhiali da sole con vetri molto scuri, o con lenti di plastica molto rigate, perché la plastica si riga diversamente dal vetro, e poi, e poi solo pensare ad altro

A bollicine non meno che eccellenti: Roger Pouillon, Belle Epoque, Krug Vintage. A piatti freschi e seducenti. Allora la luce in faccia darà meno fastidio, meno di quanto immaginabile.

Apparentemente prevalgono i contorni, ma mettendoci un po' più di attenzione i contenuti prevarranno comunque. Si può rimanere obiettivi anche controluce? Non lo so, ma questo non dipende certo dagli obbiettivi, piuttosto dai riscontri; e poi, il giorno dopo, come si faceva un tempo- ma che facciamo tutti ogni mattina- si esce dalla camera oscura e si osservano i risultati da un punto di vista diverso.

L'anonimato, se fai foto al ristorante, non può esistere. Anche se cerchi di non farti notare. Questo per chi pensa il contrario, poi c'è chi arriva dall'altra parte del mondo (dove mangiano i pastori tedeschi ed altre razze vicinissime all'uomo) per montare prima i loro potenti obiettivi, prima di montare sulle sedie di casa di chi li ospita, mostrando il culo a chi mangia nel tavolo a fianco, fortunatamente, controluce.


Wikipedia dice che ...l'esposizione è un concetto relativo... 
"Un soggetto posto in controluce è un caso particolare che può risultare in due diverse interpretazioni. Se desideriamo esporre correttamente il soggetto, è necessario leggere la luce riflessa o incidente sulla superficie dello stesso, ad esempio il volto di una persona. Lo sfondo apparirà però molto chiaro. Se desideriamo un effetto di silhouette del soggetto, è necessario esporre per lo sfondo, leggendo la luce alle spalle del soggetto. Quest'ultimo risulterà scuro se non completamente nero, mentre lo sfondo sarà correttamente esposto."

Il cappon magro conviviale, in piena luce

Flavio è felice di vedermi senza la Nikon. La piccolissima Sony, compagna di tante battaglie in "anonimo" ogni tanto pretende di ritrovare il suo spazio, anche in condizioni precarie di luce: in controluce.

Il baccalà in latte d'aglio: piselli e fave. Perfettamente a fuoco

Asparagi cotti e crudi; scampi e salsa Bèarnaise. Scampi sotto esposti

Sgombro  con parmigiana di melanzane in ombra

Filetto di tonnetto tartufato, salsa Champagne e germogli di zucchine trombette.
 In piena luce con salsa sovra esposta

Guancia di tonno fresco cotta al forno su ristretto di pomodoro, giuncata nascosta.
 La sfocatura qui è solo mia: inscì aveghen


Cappellotti ai tre arrosti...capperi

Tris di fegati con cipolla rossa all'agro, fuori fuoco

Ciliegie al vino rosso... ma


...ma caro Fabrizio, come diceva Totò: Nobili si nasce, e le bottiglie migliori si vendono alla fine, e si bevono con niente o con nessuno, oppure con quella luce sincera negli occhi. Mi scuserai, ma l'altra foto (la più controluce), quella con il prossimo e probabile candidato a guidare la Guida Rossa, che ci ha invitato a pranzo, non la posso pubblicare, per conservarne l'anonimato. L'unica anticipazione che possiamo dare è che se e quando diventerà direttore, gli ispettori passeranno da 7 a 13. In bocca al lupo e grazie della gentilezza.

Festeggiamo! Il momento è solenne.

Krug Vintage 1989 non si beve spesso. Il numero uno, anche controluce. Uno nel suo bel mondo vista mare, l'altro in tutto il Pianeta.



Serenamente, pacatamente
gdf

Dall'Infedele: Ramin Bahrami

9 commenti:

  1. cmq Krug ogni volta che lo bevo mi convince sempre più chese fosse donna potrebbe essere solo Charlize Theron. Quando arriva non ce n'è per nessun'altra.


    F.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' come Leroy, sembra caro ma invece è solo costoso.
      Merci

      Elimina
  2. Il bianco in apertura è mare, l’azzurro in chiusura pure, tutto il resto è F.C.
    Aumentando i tempi di esposizione si aumenta il rischio dell’effetto mosso…
    Marco 50&50

    RispondiElimina
  3. Ma come si fa a comportarsi così a casa di altri !!!
    G

    RispondiElimina
  4. Scusate ma il numero 13 a tavola mi pare di averlo già sentito da qualche parte. Bisognerà fare attenzione al canto della poulard de Bresse.?

    RispondiElimina
  5. non sono superstizioso ma il 13 non potrà uscire sulla ruota di torino, mi è parso di capire che avrete qualcosa per ricordarmi nei vostri brindisi :)

    RispondiElimina
  6. Che bella tavola in quel del 21.9 mette allegria alle papille solo a guardar le foto!



    TMC

    RispondiElimina